sicurezza-camper

Sicurezza in viaggio: innovazioni per proteggere te e il tuo camper

Le ingegnose applicazioni della domotica stanno rivoluzionando in maniera sempre più evidente la quotidianità domestica delle nostre abitazioni. Ma questo vale anche per i camper, in cui l’automazione e il controllo a distanza di alcuni dispositivi può avere dei risvolti ancora più rilevanti che in una casa normale: del resto, la vita on the road richiede prontezza e rapida capacità di adattamento ai vari contesti, qualità che la domotica riesce a ben supportare attraverso le sue tecnologie all’avanguardia.

Dal controllo vocale alla domotica in movimento

La libertà che un viaggio in camper garantisce non ha eguali e su questo c’è poco da discutere. Tuttavia, per potersela godere a pieno, è necessaria una precondizione fondamentale: la sicurezza. Se finché svolgiamo le attività tipiche della van life (dalla guida alla sosta, passando per il tempo che si trascorre all’interno del camper), non ci si sente al sicuro, tutte le sensazioni di libertà che speravamo di vivere rischiano di trasformarsi in un incubo.

Per evitare questa spiacevole conseguenza, bisogna sapere come attrezzarsi, prendendo qualche piccolo accorgimento e aggiornandosi sulle nuove potenzialità della tecnologia safe: scopriamo insieme come mettere in sicurezza noi e il nostro camper sotto ogni punto di vista!

Dall’antifurto ai sistemi GPS

Il camper è come una casa, ma che si sposta, dunque la sicurezza complessiva che lo riguarda si snoda su binari ancora più intricati rispetto a quelli di una normale abitazione. Ecco le principali soluzioni per sentirsi sicuri al massimo in camper in qualsiasi momento:

  • Serrature supplementari per finestre e porta cellula. Porte e finestre sono obiettivi papabili per ladri e scassinatori anche quando si parla di camper. Pertanto, assicurarle con delle serrature supplementari gestibili dall’interno, aiuta a creare degli sportelli antieffrazione;
  • Casseforti e cassette di sicurezza. Anche gli oggetti di valore che portiamo con noi hanno bisogno di un posto sicuro, perché non possiamo sempre averli addosso. Se sono di piccola dimensione può bastare una cassetta di sicurezza trasportabile, mentre per beni di grande dimensione si può pensare ad una cassaforte permanente;
  • Dispositivi antifurto. Dai sistemi di allarme, per spaventare gli scassinatori ed essere avvertiti all’istante sul proprio smartphone, fino al bloccasterzo per volante o i bloccaggi per le ruote: sono diverse le opzioni per scoraggiare l’operato di possibili malintenzionati;
  • Localizzatori GPS. Comunicano la posizione del tuo camper in qualsiasi momento ed è fondamentale per rintracciarlo in caso di furto.

Assistenza alla guida e prevenzione degli incidenti

Abbiamo visto come aumentare la sicurezza finché il camper è in sosta, ma mentre è in movimento quali sono gli strumenti per ridurre il rischio di incidenti? La risposta è racchiusa tutta in questo acronimo: ADAS, che sta per Advanced Driver Assistance Systems.

Si tratta di tutti quei supporti elettronici che non solo completano i nostri sensi umani, mostrandoci situazioni di pericolo che da soli non avremmo mai potuto notare, ma anche implementano la sicurezza ad un livello superiore, agendo direttamente sul veicolo per prevenire gli incidenti. Tra gli ADAS che più influiscono sull’atto specifico della guida troviamo:

  • Attention assist. In italiano può essere indicato come rilevatore della soglia dell’attenzione. Tramite alcuni sensori monitora i movimenti del capo e degli occhi del guidatore, scovando i movimenti innaturali degli stessi (chiusura delle palpebre, reclinazioni della testa ecc.) e avvertendolo degli imminenti pericoli legati al suo stato psico-fisico;
  • Adaptive Cruise Control. Come il Cruise Control, permette di impostare una velocità predefinita e di mantenerla costante, ma a questa funzionalità ne aggiunge una ulteriore: infatti è in grado di adattare l’andatura del veicolo alle condizioni di traffico, limitando in automatico i rischi legati all’imprevedibilità della strada;
  • Lettori della segnaletica. Sono dei dispositivi che integrano l’operato dell’Adaptive Cruise Control interpretando la segnaletica circostante, in modo che il camper non solo venga manovrato in base al traffico, ma anche alla luce dei limiti di velocità e della presenza di strisce pedonali, luoghi particolari, divieti di accesso ecc. Il Traffic Sign Recognition legge la segnaletica verticale, mentre il Lane Assist riconosce quella orizzontale.

Prepararsi per le emergenze

A prescindere da tutti i dispositivi di sicurezza, le emergenze in camper sono sempre dietro l’angolo. Occorre dunque essere pronti per affrontarle in ogni contesto, equipaggiando il proprio veicolo con strumentazioni utili per le evenienze (un classico kit d’emergenza da camper è così composto: forniture mediche, torce, batterie extra, cibo e acqua per diversi giorni, oltre a coperte termiche e indumenti impermeabili), studiando con precisione l’itinerario che si intende percorrere e soprattutto sottoponendo il veicolo ai necessari controlli prima di intraprendere il viaggio: se impianto del gas, sistema idrico, batterie di servizi e motore, pneumatici e sospensioni sono apposto, sarà più facile rimanere immuni dalle emergenze!

Facebook