Come risparmiare carburante durante la vacanza in camper?

Se state leggendo queste righe, probabilmente sapete già che il camper è un ottimo modo di viaggiare. Ma è anche costoso. Il camper in sé costa, poi ci sono i costi aggiuntivi del consumo di carburante, del cibo e altro ancora. Un solo viaggio può diventare molto costoso! Per questo motivo, ecco alcuni consigli su come risparmiare durante le vacanze in camper.

Partiamo dal fatto che il carburante è una spesa importante durante una vacanza in camper

Non c’è un modo vero e proprio per evitarlo, bisogna bruciare un po’ di benzina. Dovete guidare per andare da un posto all’altro. Se si paga il camper e i suoi servizi, significa che si paga anche il carburante che lo alimenta. Questo può essere un impegno costoso se non si fa attenzione a quanto si fa il pieno a ogni fermata del viaggio. L’utilizzo di stazioni di servizio economiche può sembrare una buona idea, ma spesso questi luoghi applicano tariffe più alte del solito a causa della loro distanza dalle grandi città.Se siete preoccupati di spendere troppo in benzina mentre viaggiate in camper, ci sono diverse cose che potete fare per risparmiare sul costo del carburante.

Seguendo questi semplici consigli è possibile evitare gli sprechi di carburante e risparmiare denaro:

  • Evitare di guidare troppo velocemente. Più veloce è la guida, più carburante consuma il camper. Rallentate per risparmiare sul carburante.
  • Evitare di fermarsi in ogni area di sosta o stazione di servizio durante un viaggio in camper. È necessario pianificare in anticipo le soste per il rifornimento di carburante, in modo da non sprecare tempo o denaro solo per il rifornimento.
  • Evitare di rimanere bloccati negli ingorghi o di aspettare ai semafori quando si guida un camper in città, paesi e altri luoghi con traffico intenso.
  • La guida notturna è più efficiente dal punto di vista del consumo di carburante rispetto alla guida diurna.La guida notturna è più sicura di quella diurna anche perché è meno probabile che gli altri conducenti sulla strada siano distratti dal cellulare o da altre cose che potrebbero far perdere loro il controllo del veicolo mentre cercano di leggere i segnali lungo il percorso. Questo potrebbe portare a incidenti che coinvolgono altre auto e camper e che potrebbero rivelarsi pericolosi per tutti i soggetti coinvolti, se non addirittura mortali in alcuni casi!

Non si tratta solo di soldi, ma anche di ambiente

Ci sono due grandi ragioni per risparmiare carburante quando si viaggia in camper: il denaro e l’ambiente.

Il primo motivo è ovvio, ma lo affronteremo comunque: Il consumo di carburante è una spesa importante per i camper. Una famiglia media spende circa 5400 euro all’anno per il proprio veicolo, ovvero più di quanto molti spendono per l’affitto o addirittura per il cibo! Se si spendono migliaia di euro all’anno per il carburante, è logico cercare di ridurre i costi laddove possibile. Questo può essere fatto trovando il modo di ridurre la quantità di carburante consumato dal vostro veicolo, il che ridurrà le vostre spese e vi farà risparmiare nel tempo.

Il secondo motivo è meno ovvio, ma forse più importante del primo: il consumo di carburante contribuisce in modo significativo all’inquinamento e al riscaldamento globale, problemi seri che riguardano tutti noi oggi, non solo chi viaggia in camper.

Modi per ridurre al minimo il consumo di carburante e diminuire l’impatto sull’ambiente

È importante ricordare che il carburante non è una risorsa gratuita e che ci sono modi per risparmiare durante il viaggio.

  • Evitare accelerazioni e frenate eccessive
  • Guidare a una velocità costante
  • Evitare cambi di corsia improvvisi o manovre che richiedono frenate o accelerazioni brusche, soprattutto in caso di traffico intenso.
  • Usare il cruise control per lunghi tratti di autostrada (o quando non si riesce a tenere il piede fuori dall’acceleratore).
  • Considerate la possibilità di modificare il vostro itinerario e di guidare di notte.
  • In un camper ci sono molti tipi diversi di apparecchi e ognuno di essi ha un proprio modo di consumare carburante. La maggior parte degli apparecchi ha un’etichetta che indica la quantità di watt o di ampere che consumano, ma questo non è sempre vero per tutti gli apparecchi. Utilizzate gli elettrodomestici di bordo il meno possibile. Il forno consuma molto di più del microonde, quindi assicuratevi di usarlo solo quando ne avete bisogno. Se serve solo per riscaldare gli avanzi o l’acqua, scegliete il microonde. Invece di usare il frigorifero e il congelatore, provate a conservare gli alimenti in contenitori ermetici e in borse frigo riempite di ghiaccio. In questo modo si risparmia energia, evitando di far funzionare i grandi frigoriferi tutto il giorno.
Share on facebook
Facebook