Accessori per camperisti: quali non possono mai mancare

Nella van life le caratteristiche del veicolo e le sue dotazioni (sia come mezzo per lo spostamento che come cella abitativa) fanno indubbiamente la differenza. Tuttavia, a volte, rischiano di essere vanificate o non valorizzate a pieno perché mancano gli accessori necessari per risolvere le questioni pratiche che la quotidianità in camper propone.

Scopriamo allora quali prodotti, articoli e attrezzature non possono mancare a bordo del tuo autocaravan: goderselo a fondo significa anche avere gli accessori camper giusti!

Prepararsi al meglio per la partenza

La partenza in camper, soprattutto quando non si utilizza il veicolo per lungo tempo, deve essere sempre preceduta da una minuziosa ritualità, le cui fasi consentono di partire in totale sicurezza e tranquillità:

  1. Controllo degli esterni e delle componenti tecniche del mezzo (grate di uscita dell’aria calda, presenza di infiltrazioni nel tetto e nei profili, pressione degli pneumatici, check di batteria, livello dell’olio e freni, carrozzeria);
  2. Controllo degli interni (avviamento motore, stato dell’illuminazione, dei rubinetti e dei boiler, presenza del kit di emergenza, controllo generale degli ambienti);
  3. Riempimento serbatoi dell’acqua, gonfiaggio pneumatici e rifornimento di benzina.

Compiuti questi passaggi, il camper è pronto per macinare chilometri di strada. Ma c’è un altro aspetto che va assolutamente preso in considerazione prima della partenza: quello degli accessori indispensabili. Pensate di arrivare a destinazione e accorgervi di non avere un oggetto essenziale per la vostra van life: sarebbe un bello smacco, no? Ecco perché è importante andare a verificare la presenza dei vari accessori irrinunciabili all’interno della vostra casa mobile. Solo così può essere vissuta a pieno.

Gli accessori indispensabili per un camperista

L’indispensabilità di un accessorio dipende da ciò a cui è incline un camperista, direte voi. E, per certi versi, questo è vero: anche le sue passioni e la sua idea di vacanza incidono sull’attrezzatura da portare in camper (o in roulotte). Tuttavia ci sono alcuni oggetti a cui nessun camperista può rinunciare:

  1. Per la piazzola. Tendalino o veranda, cunei o livellatori per appiattire la piazzola, tavolo e sedie da campeggio, attacco elettrico per il camper, secchio ripiegabile, luci e gas da campeggio;
  2. Per la camera da letto. Biancheria da letto per il camper, parasole per il parabrezza;
  3. Per la cucina. Utensili da cucina per le necessità quotidiane, pentole, padelle, stoviglie, fornelletto, articoli di prima necessità per la dispensa;
  4. Per il bagno. Asciugamani, articoli per l’igiene personale di base;
  5. Per ogni evenienza. Piccolo estintore, kit di emergenza per il soccorso stradale, kit di primo soccorso, ruota di scorta, fusibili e lampadine, utensili e attrezzi di cui hai bisogno per effettuare riparazioni in camper.

Alcuni accessori opzionali

Tutti gli altri oggetti da portare con sé sul camper sono accessori nel vero senso della parola, cioè rientrano nella sfera della complementarietà (stando a quello che dice il dizionario). Ovviamente la lista potrebbe essere infinita, perché dipende dalle inclinazioni del camperista in questione se dotarsene oppure no, ma possiamo comunque citare i più classici.

Il barbecue è il primo che viene in mente: nell’immaginario comune ogni camperista griglia allegramente nella sua piazzola, ma in realtà non è detto che a tutti piaccia riemergere di tanto in tanto dai fumi della carbonella per servire i propri “commensali”. Per questo il barbecue, pur calzando a pennello con la van life, va inserito nella categoria degli accessori opzionali. Lo stesso vale per l’antenna che consente alla tv o a dispositivi simili di ricevere le trasmissioni: il camper e la vita al suo interno trascorre tranquillamente anche senza, è solo un plus per chi ha determinate esigenze. Ma questo, in realtà, vale per qualsiasi accessorio destinato a far svagare i viaggiatori. 

Facebook